Desenfadado

Riflessioni utili e inutili

Cap Holding a sua o a nostra insaputa?

Quando chiamiamo qualcuno Egregio, gli stiamo facendo un grande complimento; infatti deriva dal latino EX GREX, e significa “colui che esce dal gregge”, colui che si distingue. In realtà esiste anche EGREGIA al femminile, anche se poco usato, ed il significato è lo stesso.
Sindaco (che non è sbagliato, ma nemmeno corretto, se indicato al femminile) significa “PATROCINATORE DI GIUSTIZIA”.
Quindi per esprimere la propria indignazione, chiedendo ragione della poco chiara faccenda di CAP HOLDING, scriveremo all’ EGREGIA SINDACO, ossia staremo scrivendo alla “Patrocinatrice di giustizia che esce dal gregge” ed è interessante notare che questo titolo è a sua insaputa.
E’ altresì interessante notare che la Patrocinatrice, in qualità di rappresentante di Cinisello Balsamo, è proprietaria di CAP HOLDING (la società che gestisce l’acqua pubblica, vedi nostro comunicato del 3 marzo), e lo è a sua insaputa.
Ora, il punto importante è che CAP HOLDING è nostra, mia, tua, sua, di tutti i cittadini di Cinisello Balsamo, e anche se lo è a NOSTRA INSAPUTA, noi non accettiamo più che non sia gestita a nostro favore. E non ci sono greggi che tengano, perchè i veri EGREGI siamo noi, i cittadini che chiedono conto alla Patrocinatrice delle sue azioni.

Annunci
Lascia un commento »

150 la gallina canta

150, LA GALLINA CANTA?
Pare che il sindaco Trezzi abbia recentemente decantato i risultati dei suoi primi 150 giorni di mandato, peccato che di questo documento fondamentale non ci sia traccia: che si tratti forse di una leggenda (e parliamo, oltre che del documento, anche dei risultati dei primi 150 giorni)?
Non ritrovare cenno dei famigerati risultati, cozza non poco con il roboante principio di trasparenza che caratterizzava la sua campagna elettorale; d’altronde non ci si può stupire, dato che anche il sito della nostra Siria (il sindaco e non la martoriata Nazione) è fermo alle elezioni. Black out comunicativo? Troppi impegni? mah, un mistero cupo e per niente trasparente.

Peccato, perché se non si comunica con chiarezza non si riesce a dissipare i sospetti che le malelingue (vox-populi) alimentano, e nemmeno si riesce a far comprendere cosa l’amministrazione stia facendo contro la chiusura incessante di attività imprenditoriali ed esercizi commerciali e la conseguente crescita della disoccupazione.
Dove sono le clamorose azioni di cambiamento promesse in campagna elettorale?

Ingenuo che sono, devo ricordarmi che esiste anche il detto “passata la festa, gabbato lo santo”. Saggezza popolare…

Lascia un commento »

Cemento e affini

Cinisello_Balsamo,_Cinisello_01Una città vive grazie alla sua capacità strutturale di far socializzare i cittadini. La qualità della vita è direttamente proporzionale alle occasioni di scambio e socializzazione, e al livello di benessere dei suoi cittadini.

Se si socializza si costruisce una cultura, si rafforzano le tradizioni, si instaura un rapporto interpersonale di aiuto e scambio, insomma si è più felici.

Le pubbliche amministrazioni dovrebbero avere come fine il benessere dei cittadini, e dovrebbero utilizzare ogni strumento a loro disposizione per arrivare al massimo benessere possibile per il massimo numero di cittadini. Questo però non è sempre vero (anzi lo è raramente) infatti basta osservare i fatti per rendersi conto degli scempi ideologici, politici amministrativi e anche legali che vengono partoriti.

Qualche notizia: “La Milano degli edifici abbandonati: quattrocento aree a rischio sicurezza” oppure “Via Adriano, troppo degrado” o anche “Discussione consiglio comunale Pgt cinisello L’iter del Pgt ha inizio, una cammino a colpi di osservazioni“. Si tratta di un problema comune, vengono ipotizzate delle aree di sviluppo immobiliare che in realtà non servono e creano danni sociali, economici ed ecologici. Un piano di governo del territorio (PGT) costruito seriamente dovrebbe prendere in considerazione la realtà e gli sviluppi sociali del comune per cui il piano viene redatto. Ad esempio, Cinisello Balsamo ha circa 1600 appartamenti vuoti, una tendenza alla fuga dei residenti (in 20 anni i residenti sono diminuiti di circa 10.000 unità) e un forte problema di cementificazione, con alcune zone che hanno sviluppato anche un serio problema sociale di microcriminalità. In questo contesto non ha senso prevedere la costruzione di altri 50 palazzi di 10 piani, chi compra quegli appartamenti? Chi ha interesse a venire ad abitare a Cinisello?

Alla fine il risultato sarà un deprezzamento sensibile del valore degli appartamenti a Cinisello, creando anche un nuovo problema, quello della perdita dei risparmi per coloro che hanno comprato casa. Non ne vale la pena e piuttosto che avere un piano scellerato è meglio rifare tutto daccapo, magari ascoltando i cittadini, e magari con una visione verso un futuro di benessere per tutti.

 

Lascia un commento »

Primarie a Cinisello

electionStavolta non ci sono i fantastici 5, tuttavia i candidati per la sinistra a Sindaco sono cinque, la domanda è da dove vengano, con quali criteri sono stati nominati candidati?

Chi ha deciso che loro saranno i candidati del centrosinistra? Non mi risulta ci siano state consultazioni al di fuori delle stanze oscure (non nel senso di botteghe) delle segreterie cittadine, quindi sono esponenti di quella nomenclatura che il voto di sue settimane fa ha bocciato.

Perchè è così difficile applicare le regole della democrazia, dove una testa vale un voto? Il Movimento 5 stelle sbanca perchè le applica, perchè è raggiungibile da tutti, perchè non ha nomenclatura (è troppo giovane per poterla avere forse, tant’è che non ne ha). Se si accusa il movimento di incompetenza, si fa un grande errore perchè il movimento è formato da tanta (tantissima) gente e ogni testa è diversa dalle altre, ci sono sicuramente gli incompetenti, i buoni, i simpatici, gli stronzetti ecc ecc. Niente più e niente meno di quello che è la società, rappresentano la gente. Anche per questo ispirano fiducia e anche tutte le accuse di dittatura settarista crollano quando si considera che l’unico legame che lega il movimento è la voglia di cambiare le cose mettendosi al servizio della comunità, semplicemente.

E’ veramente difficile immaginare che c’è chi fa politica senza pensare alle proprie tasche? Immaginarlo o meno non conta, perchè hanno dimostrato di esserci, e mi spiace per la struttura della sinistra, perchè non ce l’ha fatta a fare il salto e a scendere in mezzo alla gente.

Andreotti diceva che il potere logora, e forse aveva ragione.

1 Commento »

Elezioni, master, tsunami e altre amenità…

Il mio spazio elettorale

Il mio spazio elettorale

Secondo lo schema che pubblico io (PIERP) sarei molto vicino a SEL di Vendola, il che è vero, se non altro per le sue posizioni sui diritti civili e in particolare sulla sua posizione a riguardo del matrimonio, tuttavia anche quello che indicava Giannino di Fare mi interessava peccato che sia caduto nell’errore peggiore di chi si presenta come moralista, ovvero mentire sulle proprie credenziali, risultato ha perso ogni appeal nei miei confronti (immagino che a lui personalmente non gliene possa fregare di meno).

Giannino, Dimissioni irrevocabili

Il punto è che la sua intelligenza e preparazione non aveva bisogno di nessuna ufficialità, per essere riconosciuta, poteva tranquillamente dichiarare il vero, mentire su Laurea e Master lo ha posto in uno stato di non affidabilità, e sinceramente mi sento preso in giro per tutte quelle volte che lo ho seguito dandogli ragione mentre sbraitava e sbiascicava dai microfoni di Radio24. Lui può continuare a dichiarare che è colpa dello stagista, peccato che alla Zanzara ieri sera io abbia sentito con le mie orecchie la registrazione di lui che dichiarava di aver preso il Master in “pschssss” (non si capisce in cosa, ma dichiarava di averlo preso). Triste pensare che in relatà non è nemmeno laureato (secondo quanto traspare dall’intervista con Mentana). Ora perchè allora voleva fare sta rivoluzione liberale? Perchè mi viene il sospetto che voleva solo accaparrarsi un posto “al sole”?

Oggi poi i caproni postano un video meschino e stupido scimmiottando il meraviglioso messaggio passato a Sanremo. Non li nomino nemmeno ma mi auguro che abbiano capito quanto profonda sia la loro ignoranza e stupidità. Forse Vendola ha dato la migliore risposta possibile e forse lo schema nell’immagine ha ragione, mi sa proprio che io sia affine a SEL. Spero solo di decidere entro domenica…

Lascia un commento »

“Lab” di Politica: primo momento

Libertà è partecipazione, questo è un reale esempio di coinvolgimento e partecipazione alle scelte politiche, il rapporto diretto con la gente vissuto realmente e non falsato da populismi e da dichiarazioni di guerre inventate verso nemici assoluti. Riportare la politica alla realta e rapportare la politica con la realta.

Lascia un commento »

Primarie centroSX (ancora)

Fantastici 4+1Riflettevo sul confronto tra i candidati premier del centrosinistra, e mi chiedevo chi tra i candidati abbia veramente incarnato la necessità di cambiare ottica e uscire dalla crisi. La mia impressione è nessuno veramente, un po’ forse la Puppato e Vendola, ma mai fino infondo. Nelle parole dei candidati non ricordo di aver sentito la voglia di aprire porte e comunicazione con l’esterno, permettendo che gli elettori (la gente) possa guardare, valutare e proporre. Sembrava un balletto retorico, niente nuove idee e niente scintille.

Bersani sembrava stesse imitando la sua imitazione di Crozza, Renzi pareva un pinocchio (senza ph) teleguidato e impomatato, Tabacci democristiano fino al midollo, che cercava di vendere il suo conservatorismo come fosse una grande innovazione, Vendola attaccato alle sottane dei cardinali morti e Puppato molto donna (invisibile).

Mah, dubbi su dubbi. Comunque, il CSX quando ha fatto le primarie ha vinto, quindi questo dovrebbe diventare il loro modus operandi. Allora perchè in Lombardia hanno scelto Ambrosoli come fosse unto dal Signore senza fare vere primarie? Cosa c’è, pensano di avere la regione in mano e quindi si sentono di poter fare come gli pare? Non si ricordano che la volta scorsa anche Penati è stato scelto senza primarie per sfidare Formigoni?

Magari mi sbaglio e penso male, ma se a pensar male si fa peccato è anche vero che spesso si ha ragione. Intanto mi iscrivo alle lezioni di conga che sicuramente l’Albertini organizzerà in regione, memore dei successi della conga all’Homo Erectus Classicus di Bruxelles.

Lascia un commento »